Previous | Next

Questa unità abitativa, all'interno di un palazzo di inizio secolo, è stata oggetto di ristrutturazione completa. L'idea alla base è la ricerca di una nuova lettura degli spazi: utilizzando i vincoli tipici degli edifici a setti di muratura portante è stato possibile creare forte contrasto con i tramezzi interni vetrati. Questo ha quindi permesso di caratterizzare gli ambienti con una maggiore profondità. In questo intervento il progetto illuminotecnico ha avuto uno dei ruoli più importanti per l'identificazione degli ambienti e la continuità tra le superfici verticali ed i volumi in arredo. La selezione di diversi tipi di pietre monocrome, la ricerca del dettaglio e la selezione dei materiali per i rivestimenti interni hanno permesso di dare valore all'involucro e compensano la presenza degli arredi essenziali.

 

Progetto e D.L. Arch. Stefano Dedè
In collaborazione Arch. Fabio Cavaletti, Arch. Michele Colpani

 

 

The flat is part in an old building dating back to the beginning of 1900s. It underwent complete renovation. Our goal was that of re-interpreting the living spaces while respecting the limits posed by the standard house with brick faced bearing walls. In order to do so, the partition walls were partially replaced with glass elements, proving depht to the rooms. The lighting design defines each room by creating a sense of continuity between the walls and the furniture. The selection of monochrom stones, te attention to detail, and the meticulous choise in the cladding materials, enhance the value of the envelope, while balancing the presence of only essencial furniture.